• videsitalia@videsitalia.it
  • Tel. +39 0687656901
  • Fax +39 065750904
  • Area Riservata

Cosa Facciamo

SUD SUDAN - WAU

TUTELA DELLA SALUTE: POTENZIAMENTO TECNICO-OPERATTIVO DEL "IRENEO WIEN DUT HEALT CENTER"

L'azione realizzata nell'area di Wau, interessa il settore della salute e mira a fornire delle risposte concrete ad alcune delle problematiche più urgenti legate allo stato di salute della popolazione di Wau in Sud Sudan. Nello specifico, attraverso il progetto, si intende rispondere alle seguenti problematiche: 

- Scarse possibilità di accesso a strutture socio sanitarie

- Alto tasso di mortalità materna

- Carenza di programmi e servizi a sostegno della mamme

- Carenza di programmi di prevenzione e vaccinazioni

- Alto tasso di diffusione di malattie infettive e legate alla mancanza di igiene, scarsa presenza di programmi pre-parto

- Scarsa presa in carico da parte della comunità locale delle problematiche legate alla prevenzione e all'igiene

 

Paese: Sud Sudan

Enti finanziatori: CEI - Conferenza Episcopale Italiana

Settore: tutela della salute

Partner in loco: Visitatoria Maria Ausiliatrice _ Africa Etiopia Sudan e Sud Sudan - AES

 

Risultati attesi per il periodo 2018/2019:

- Potenziate le capacità tecnico-operative del "Ireneo Wien Dut Healt Centre", gestito dalle Figlie di Maria Ausiliatrice nella città di Wau

- Migliorata la qualità dei servizi socio-sanitari erogati dal Centro Salute

- Diminuito/contenuto il tasso di mortalità-materno infantile nella contea di Wau

- Diminuita/contenuta nella zona di Wau, soprattutto tra i minori, la diffusione di malattie legate alla mancanza di igiene, quali: colera, tifo, diarrea etc

Beneficiari diretti

- 12.448 bambini da 0 a 3 anni

- 8.584 bambini da 4 a 7 anni

- 6000 minori da 8 a 17 anni

- 4.238 donne in gravidanza

- 17.442 donne

- 13.989 uomini

Beneficiari indiretti

L'intera zona di Wau e le autorità locali che potranno trovare nella sede operativa un punto di riferimento soprattutto per la tutela della salute materno-infantile

 

 

SUD SUDAN - WAU 2

"SOSTEGNO ALLA SICUREZZA E PROMOZIONE DELLA SANA NUTRIZIONE NELLA REGIONE DI WESTERN BAHR -EL -GHAZAL"

L'azione, realizzata nell'area di Wau e zone limitrofe, interessa il settore della salute e nutrizione di base e mira al rafforzamento della resilienza della popolazione più vulnerabile nel settore della Sicurezza Alimentare (SA), tramite un migliore accesso ai servizi di nutrizione e salute di base; allo sviluppo di produzione agricola e alla realizzazione di attività generatrici di reddito. Nello specifico, attraverso il progetto, si intende dare un contributo per porre fine alla fame, raggiungere la SA, migliorare la nutrizione e promuovere un'agricoltura sostenibile

Paese: Sud Sudan

Enti Finanziatori: AICS- Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo

Settore: Salute e nutrizione di base

Partner in loco: Visitatoria Maria Ausiliatrice - Africa Etiopia Sudan e Sud Sudan - AES

Partner Italiani: AMREF- Health Africa ONLUS; HARD - Hope Agency for Relief and Development; BANKUORE ONLUS; LEVIEDELMADEINITALY srl

Risultati attesi per il periodo 2018/2021:

- Potenziati i servizi comunitari di base per la gestione integrata di SAM e MAM, tramite il consolidamento di un sistema misto, stabile e mobile

- Promossa la formazione di personale sanitario per il rafforzamento di prevenzione e cura di problematiche connesse alla nutrizione di base

- Identificati e promossi programmi di SA a favore di famiglie vulnerabili

- Rafforzata la capacità locale di gestione e sviluppo delle risorse

Beneficiari diretti:

- 125.000 persone affette da malnutrizione e/o denutrizione e circa 53 dispensari

- 141 tra infermieri, personale tecnico, operatori comunitari e managers

- 8 gruppi di agricoltori per un totale di circa 160 persone

Beneficiari indiretti:

Circa 750.000 persone residenti nell'area d'intervento

NIGERIA-MALI

CAMPAGNA LIBERI DI RESTARE ...LIBERI DI PARTIRE

Il VIDES, attraverso due progetti, uno in Mali e uno in Nigeria, partecipa alla campagna promossa dalla Conferenza Episcopale Italiana (http://liberidipartireliberidirestare.it) con due interventi che mirano a ridurre i flussi migratori irregolari, a prevenire il coinvolgimento di minori e aumentare l'informazione sulle modalità previste dai canali regolari. Attraverso una adeguata e completa opera di sensibilizzazione, si intende fornire alla popolazione notizie realistiche sull'Europa e sui rischi di un viaggio verso le sue coste, insieme a informazioni precise sulle possibilità di vita e di sviluppo in altri Paesi africani. Perché partire non sia l'unica scelta.

Paesi: Mali e Nigeria

Ente finanziatore: Conferenza Episcopale Italiana - CEI

Settore: Lotta al traffico di esseri umani

Partner in loco: Conferenza Episcopale del Mali, Salesiani di Don Bosco del Nigeria

Risultati attesi per il periodo 2018/2019:

- Rafforzato a livello nazionale e regionale il sistema di promozione dei diritti e prevenzione del coinvolgimento della popolazione a rischio di migrazione, attraverso azioni di networking tra attori pubblici e privati impegnati nella lotta al traffico di esseri umani.

- Aumentate nella popolazione locale, soprattutto quella giovanile e minorile a più alto rischio di emigrazione, le conoscenze e la comprensione delle dinamiche del traffico di esseri umani e dello sfruttamento della migrazione clandestina

- Aumentate nella popolazione locale le conoscenze relative alle possibilità di migrazione regolare

Beneficiari diretti:

Circa 12.323.944 persone in Mali e 1.037.910 persone in Nigeria, con particolare attenzione ai minori e giovani in età scolare

Beneficiari indiretti:

Intera popolazione del Mali e della Nigeria che potranno trovare in questo programma una concreta iniziativa di prevenzione al coinvolgimento nel traffico di esseri umani, ma anche di sviluppo socio-economico del Paese.

LIBANO

"ENERGIA PULITA E SVILUPPO SOSTENIBILE NEL MUNICIPIO DI KAHALE"

L'azione realizzata nell'area di Kahale mira a contribuire e garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo; assicurare a tutti l'accesso ai sistemi di energia economici, affidabili, sostenibili e moderni; adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze. Nello specifico, attraverso il progetto si intende contribuire a creare e mantenere un sistema di produzione di energia elettrica (fotovoltaico) per lo sviluppo equo e sostenibile dell'area urbana di Kahale e dintorni.

Paese: Libano

Enti finanziatori: AICS- Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo

Settore: Produzione e fornitura di energia solare e formazione/educazione energetica

Partner in loco: Congrégation des Filles de Marie Auxiliatrice (Salésiennes) - Ispettoria Medio Oriente "Gesù Adolescente" - MOR

Partner Italiani: COMI - Cooperazione per il Mondo in via di Sviluppo; POLIMI - Politecnico di Milano - Dipartimento Energia (Cattedra UNESCO - "Energia per lo sviluppo sostenibile"); ISF-MI Ingegneria Senza Frontiere (Milano); EWS - Earth Wind & Sun s.r.l.

Risultati attesi per il periodo 2018/2021:

- Installare un sistema di luci fotovoltaiche per l'illuminazione pubblica stradale di Kahale

- Formare personale addetto all'installazione e manuntenzione di sistemi fotovoltaici

- Sensibilizzare e formare la popolazione e le istituzioni locali all'uso di fonti di energia alternativa

- Promuovere  l'uso di energie rinnovabili a favore della popolazione

Beneficiari diretti:

- Kahale popolazione 7.000

- Araya popolazione 5.000

- 5 chiese

- 8 stazioni di rifornimento

- 3 imprese per la produzione di pane

- 4 farmacie

- 2 centri sociali

- 1 orfanotrofio

- 24 attività commerciali

- 10 ristoranti

Beneficiari indiretti:

Circa 500.000 persone residenti nella zona di Kahale

 

 

ETIOPIA - TIGRAY

"PROMOZIONE DELLA SICUREZZA E AUTOSUFFICIENZA ALIMENTARE NELLA CITTA' DI ADUA"

L'azione, realizzata nella città di Adua, una delle più antiche dell'Etiopia, situata non troppo lontano dal confine con l'Eritrea, mira a contribuire al miglioramento delle condizioni di vita della popolazione residente nell'area di Adua, favorendo il raggiungimento dell'obbiettivo 1 di sviluppo del millennio, "sradicare la povertà estrema e la fame", e dell'obiettivo 5 e 21 dell'agenda Post. Nello specifico, attraverso il progetto, si intende contribuire a ridurre l'insicurezza alimentare a breve e migliorare gli standard nutrizionali della popolazione più vulnerabile di Adua, in particolare donne e minori.

Paese: Etiopia

Enti Finanziatori: Presidenza Del Consiglio dei Ministri con il  fondo dell'otto per mille IRPEF devoluto dai cittadini alla diretta gestione statale per l'anno 2014

Settore: Sicurezza alimentare

Partner in loco: Salesian sisters - Visitatoria Etiopia, Sud Sudan

Risultati attesi per il periodo 2017/2019:

Produzione spirulina, alimento naturale altamente proteico

- Diminuito del 50% il tasso di denutrizione e migliorate le condizioni di salute in 200 minori e 200 donne, di cui 75 in gravidanza

Potenziamento della produzione agricola e rafforzamento delle conoscenze e delle capacità agricole delle donne

- Formate n. 300 donne, in merito a nuove culture e tecnologie di produzione, per accrescere le loro conoscenze ed incremetare del 50% la produzione agricola di ortaggi e frutta di qualità

Potenziamento della forza lavorativa delle donne

- Rafforzato il ruolo economico e sociale delle donne e migliorate le loro capacità di organizzarsi in gruppi/associazioni e/o cooperative sociali

Beneficiari diretti:

- 200 bambini dai 2 ai 12 anni e 200 donne, di cui 75 in gravidanza, in stato di denutrizione che vedranno migliorate le loro condizioni di salute

- 300 donne residenti nella città di Adua e zone limitrofe in condizioni di vulnerabilità e povertà che vedranno: accrescere le loro competenze in materia di coltivazione, migliorare il loro stato di salute grazie ad una dieta diversificata enutriente, incrementare le possibilità di commercializzazione dei prodotti e di avvio di cooperative sociali per l'implementazione di attività generatrici di reddito.

Beneficiari indiretti:

Le famiglie delle donne coinvolte le quali vedranno migliorare l'apporto nutrizionale ed aumentare le possibilità di avviare attività generatrici di reddito

Il settore privato e i commercianti del mercato locale che trarranno beneficio dall'incremento di qualità e quantità della produzione immessa nel mercato

Istituzioni, tecnici, agricoltori e privati della zona che potranno sia seguire l'esempio positivo delle donne e procedere per imitazione, sia accedere a corsi di formazione agricola che proseguiranno anche dopo il termine dell'iniziativa

Vides Italia

VIDES - Volontariato Internazionale Donna Educazione Sviluppo - è una Associazione di Volontariato Giovanile, voluta dalle Figlie di Maria Ausiliatrice o Salesiane di Don Bosco e promossa dal Centro Italiano Opere Femminili Salesiane (CIOFS), per la promozione della donna, per interventi educativi a favore di bambini e giovani svantaggiati e la cooperazione nei Paesi in via di sviluppo

Contatti

Via di San Saba 14
00153 Roma

Tel. +39 0687656901

Fax +39 065750904

videsitalia@videsitalia.it

Orari ufficio: dal lun al ven

dalle 8.00 alle 18.00 

Politica privacy e cookie

Il presente sito web utilizza i cookies per aiutare migliorare i servizi, e le informazioni ai suoi lettori. Continuando a navigare il sito l'utente accetta di utilizzare i cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information