Giovedì, 24 Marzo 2016 01:00

UDIENZA GIUBILARE CON PAPA FRANCESCO. I NOSTRI RAGAZZI IN SERVIZIO CIVILE RACCONTANO ...

Sono i nostri volontari in Servizio Civile ... Il loro servizio sgorga prezioso dal e per il Giubileo della Misericordia. Allora, l'incontro con Papa Francesco non poteva che essere emozionante, significativo, forte e sentito ...

 Valeria, Antonia e Wissama raccontano ...

"Il 12 marzo scorso, noi ragazzi del Servizio Civile abbiamo trascorso una giornata diversa dal normale. Invece che recarci nella solita sede di servizio, siamo andati al Vaticano per l'Udienza Giubilare con Papa Francesco. Quest'ultimo ci ha contagiato con il suo entusiasmo e il suo sorriso. Ha detto delle parole molto interessanti, che ci hanno portato a riflettere sulle nostre azioni quotidiane. Il Papa ha ripreso il Vangelo del Giovedì Santo della lavanda dei piedi e ci ha detto come in questo modo Gesù indica ai suoi discepoli il servizio come la via da percorrere per vivere la fede in Lui e dare testimonianza del suo amore. 'L'amore, la carità e il servizio, aiutare gli altri, servire gli altri. C'è tanta gente che passa la vita così, nel servizio degli altri. E questo è amore! Quando tu ti dimentichi di te stesso e pensi agli altri'.

Nel pomeriggio ci siamo recati nella chiesa di San Gregorio VII per l' XI incontro nazionale dei giovani in Servizio Civile con titolo 'vinci l'indifferenza e conquista la pace'. l'incontro è stato aperto da Cardinale Francesco Montenegro che ha letto alcuni passaggi del messaggio della pace di Papa Francesco dello scorso gennaio. Il Cardinale ha sottolineato come quello che facciamo rimbomba nel mondo. Ha detto come il Servizio Civile debba essere una scelta che dovrebbe impegnarci tutta la vita. Noi ragazzi dobbiamo avere 'mani sporche e scarpe sporche' perché sempre in aiuto al prossimo.

Il capo Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, Calogero Maceri, ci ha letto il messaggio del Presidente della Repubblica Mattarella. Il Presidente ha sottolineato come il Servizio Civile sia occasione di educazione, promozione culturale e cooperazione internazionale. Il Servizio Civile è una vera e propria esperienza di comunità in quanto migliora la qualità dello stare insieme.

L'incontro è stato molto interessante perché ci ha dato la possibilità di venire a conoscenza di altre esperienze di Servizio Civile, lontane da noi. Ad esempio, Anna Berti Suman, in collegamento via Skype da Quito, ha detto che il loro intervento si basa sull'aiuto e l'assistenza alle vittime del disastro ambientale dello Chevron, in Ecuador. I volontari li aiutano a diventare protagonisti del processo di riparazione. Lo stile che utilizzano è caratterizzato dal coraggio e dal rispetto per la natura. Per lei l'indifferenza si combatte con l'esempio quotidiano.

Un'altra condivisione molto coinvolgente è stata quella di sr Michela Marchetti che ci ha spinto a guardare la vita da un altro punto di vista. Ha detto che l'indifferenza si combatte con la forza dell'amore. Che lei trae ispirazione e insegnamento dalle persone che incontra quotidianamente. Ci ha detto che in particolare i poveri, le insegnano l'essenziale della vita.

Secondo noi l'indifferenza si combatte con il dialogo, con i tentativi quotidiani di costruire ponti e relazioni.

Valeria, Antonia, Wissama.

Come Sostenerci

 

CHI SIAMO

Il VIDES crede nell’intuizione di Don Bosco e di Madre Mazzarello che sia possibile educare i giovani ad essere protagonisti della propria realizzazione, riconoscendo particolare valore all’educazione, promozione e formazione, onde assicurare loro uno sviluppo adeguato ai tempi e al progresso tecnologico nella società.

CONTATTI

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.