Apr 05

SUD SUDAN

"WOMEN EMPOWERMENT E SVILUPPO AGRICOLO SOSTENIBILE PER IL RAGGIUNGIMENTO DELLA SICUREZZA ALIMENTARE IN SUD SUDAN"  

In un contesto come quello del Sud Sudan, caratterizzato da conflitti, crisi economica e shock climatici, la presente iniziativa intende rafforzare la sicurezza alimentare e migliorare la qualità della vita della popolazione rurale della contea di Juba, promuovendo il sostegno alle donne tramite l'equo accesso alle risorse.

In particolare il progetto è volto ad aumentare e diversificare la produzione agricola - dipendente dalle piogge e caratterizzata da notevoli mancanze in termini di imput, strutture e conoscenze - introdurre pratiche di allevamento sostenibile ed incrementare, attraverso la formazione, la capacità di produzione e commercializzazione dei prodotti agricoli di 150 donne che vivono nel distretto di Gumbo. Inoltre, il progetto mira a promuovere il concetto di sicurezza alimentare e la conoscenza di norme igienico-sanitarie corrette.

Paese: Sud Sudan

Enti finanziatori: AICS-Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo; Conferenza Episcopale Italiana - CEI

Settore: sicurezza alimentare e promozione economica della donna

Partner in loco: FMA Salesiane di Don Bosco, Ispettoria AES - Africa Etiopia Sudan e Sud Sudan

Partner Italiani: Co.P.E. - Cooperazione Paesi Emergenti, Università degli Studi di Torino - Cemtro Interdipartimentale di Ricerca e Cooperazione Tecnico Scientifica con l'Africa ( C.I.S.A.O. ), Bankuore Onlus, LEVIEDELMADEINITALY s.r.l

Risultati attesi per il periodo 2017/2020

Agricoltura, acqua e allevamento

  • Le conoscenze e le capacità delle produttrici sono aumentate in particolare per quanto riguarda la produzione agricola - biologica e sostenibile;
  • aumentati e migliorati i sistemi di approvvigionamento idrico nella zona di intervento;
  • introdotte pratiche di allevamento sostenibile, basate sulle tecniche in uso nella zona di intervento

Conservazione, trasformazione, commercializzazione

  • Migliorate le attività di post -raccolta in 150 donne;
  • migliorate le competenze tecniche, gestionali e di rappresentanza della Mazzarello Women Association coinvolta nell'intervento;
  • facilitato l'accesso ai prodotti locali nel mercato locale

Sensibilizzazione

  • Rafforzate le conoscenze delle comunità locali nel campo della sicurezza alimentare e migliorate le condizioni igenico-sanitarie

Beneficiari diretti

  • 100 donne dai 23 ai 56 anni, provenienti da Gumbo e dai villaggi limitrofi di Sirikat e Jebel Lemon;
  • 50 donne che vivono nel Gumbo IDP Camp, provenienti dalle aree maggiormente colpite dalla guerra civile del 2013
  • circa 40 persone di entrambi i sessi, che andranno a costituire i Water Committees
  • circa 30.000 persone, di cui circa 5.000 minori e 300 insegnanti, beneficiarie delle azioni di sensibilizzazione.

Beneficiari indiretti

  • Mazzarello Women Association (MWA), che vedrà accresciute le capacità tecniche, gestionali e di rappresentanza nella zona di intervento;
  • l'intera popolazione di Gumbo e dei villaggi di Sirikat, Jebel Lemon per un totale di circa 8.000 famiglie;
  • circa 1.150 rifugiati che vivono nel Gumbo IDP Camp.

 

 

Ultimi articoli

Come Sostenerci

 

CHI SIAMO

Il VIDES crede nell’intuizione di Don Bosco e di Madre Mazzarello che sia possibile educare i giovani ad essere protagonisti della propria realizzazione, riconoscendo particolare valore all’educazione, promozione e formazione, onde assicurare loro uno sviluppo adeguato ai tempi e al progresso tecnologico nella società.

CONTATTI

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.